PAESTUM

Escursioni

La  reception fornisce alla clientela dettagliate informazioni in merito agli eventi ed alle attrazioni turistiche del posto, organizzando trasferimenti guidati ed escursioni nei dintorni ed in tutta la regione, dal Cilento alla Costiera Amalfitana e Sorrentina, a Capri, Pompei e Napoli.

METE VICINE

Possibili escursioni da quotare a richiesta:

Visita ai Templi di Paestum ed al museo archeologico a 3 km dall’albergo

Visita ad un’azienda zootecnica casearia della piana di Paestum per vedere l’allevamento delle bufale e la produzione della nota mozzarella, con degustazione prodotti della casa

Visita ad un’azienda vitivinicola delle colline Cilentane con degustazione prodotti della casa

Visita al caratteristico borgo Cilentano della città di Castellabate dove è stato girato il film Benvenuti al Sud

Escursioni sulla costa Cilentana, da Agropoli a Castellabate, Acciaroli, Velia, Ascea, Palinuro,  gita in barca a Palinuro e Camerota, grotte di Castelcivita, grotte dell’Angelo di Pertosa, Certosa di Padula

Salerno a 30 minuti dall’Hotel Clorinda, dove si consiglia di fare visita al centro storico con la caratteristica Via Mercanti, alla Villa Comunale, al Giardino della Minerva, al Duomo di S.Matteo patrono della città ed al castello Arechi. E’ inoltre possibile fare shopping ed intrattenersi per la serata nei luoghi della movida; da novembre a fine gennaio è possibile vedere la spettacolare illuminazione natalizia, evento ricorrente denominato “Luci d’Artista”

Escursione a Vietri sul Mare, nota in tutto il mondo per la produzione di ceramiche;

Escursione in costiera amalfitana, Vietri sul Mare, Cetara, Maiori, Minori, Atrani, Amalfi, Ravello, Praiano, Positano

Escursioni a Pompei ed Ercolano, Sorrento, Napoli

Escursioni a Capri, Ischia e Procida

Paestum

Paestum, situata a sud  del Golfo di Salerno,  è tra le mete turistiche della Campania più ammirate e conosciute dai turisti italiani e stranieri, uno dei principali siti archeologici d’Europa e del mondo. Luogo ideale dove trascorrere vacanze all’insegna della cultura e dell’arte, del mare, della gastronomia. Raggiungibile facilmente in auto, in treno o in aereo (a 60 km aeroporto Napoli-Capodichino; a 20 km aeroporto Salerno Costa D’Amalfi). Vivere Paestum è godere di uno dei paesaggi più incantevoli del Sud grazie alla presenza del mare, di estese spiagge formate di sabbia sottile e chiara, ma anche di uno scenario naturalistico reso ancora più affascinante dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea. Conoscere Paestum, l’antica Poseidonia, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, significa intraprendere un viaggio affascinante nella storia e nell’arte, immergendosi nelle atmosfere suggestive delle antiche culture greca e romana. Un viaggio che inizia dall’Area Archeologica ammirando l’imponenza dei tre templi dorici, il Tempio di Hera, il Tempio di Atena e il Tempio di Poseidone, situati nell’area sacra, al centro della cittadina di Paestum, splendidi esempi dell’archeologia greca paragonabili per bellezza soltanto al Partendone di Atene. Di fronte l’area archeologica, sorge il Museo Archeologico Nazionale di Paestum, nel quale sono esposti numerosi reperti rinvenuti in loco: vasi, statue, monete, gioielli, ma in particolare  le lastre dipinte ad arredo dei siti funerari, tra cui la più famosa Tomba del Tuffatore, unico esempio di pittura di età greca della Magna Grecia. All’interno dell’Area Archeologica, durante i mesi di Luglio e Agosto, è possibile assistere a numerosi eventi e spettacoli di diverse tipologie. Tra questi il Paestum Festival, dedicato alla musica e alla danza, e il Premio Charlot, rassegna di cabaret con protagonisti di fama nazionale ed internazionale, ed altri ancora. Gustare Paestum, poi, è anche assaporare, i prodotti tipici che il territorio offre: la mozzarella di bufala campana D.O.P., il carciofo di Paestum I.G.P. e l’olio di oliva, orgoglio quest’ultimo di tutto il Cilento.

Cilento

La costa cilentana comincia da Agropoli e finisce a Sapri , con un’offerta balneare molto varia. Il mare in costiera cilentana si caratterizza infatti per il continuo susseguirsi di tratti di costa raggiungibili soltanto via mare,  intervallati da spiagge sabbiose e di facile accesso. Dal caratteristico borgo di Agropoli, passando per Santa Maria di Castellabate , Ascea , Pioppi , Acciaroli , senza dimenticare la splendida Punta Licosa , uno dei primi parchi marini d’Italia, meta degli escursionisti subacquei e di tutti gli amanti della natura incontaminata del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Fino ad arrivare a Palinuro , la più mondana e famosa località balneare del Cilento, che si contraddistingue per spiagge bellissime e una costa ricca di anfratti e grotte marine, tra le quali la più famosa e visitata è senza dubbio la Grotta Azzurra . Una menzione a parte merita l’entroterra cilentano, in particolare la vastissima zona del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Un ambiente naturale ancora intatto e incontaminato, caratterizzato da alture, fiumi, sentieri: luogo ideale per gli amanti delle passeggiate all’aria aperta e del trekking. Il Parco Nazionale del Cilento è anche speleologia, con gli splendidi siti delle Grotte di Castelcivita e le Grotte dell’Angelo a Pertosa. Gallerie, cunicoli, immense caverne: un’atmosfera che le rende uniche al mondo, un vero incanto per la bellezza e le forme delle stalattiti e stalagmiti, affascinanti esempi della fantasia e magia della natura. Mare, natura, enogastronomia, ma anche tanta storia e arte. Il Cilento è infatti la sede dei due siti archeologici che, insieme agli scavi di , costituiscono il fiore all’occhiello della storia della provincia di Salerno: gli scavi archeologici di Velia , con la rinomata Porta Rosa,  e quelli dell’Antica Volcei nel comprensorio di Buccino . Ma le bellezze del Cilento non finiscono qui: la zona cilentana è infatti sede di numerose testimonianze del culto cristiano dei suoi abitanti. La più rinomata e conosciuta nel mondo è senza dubbio la Certosa di San Lorenzo a Padula , il più grande monumento monastico dell’Italia meridionale, dove è possibile visitare, tutto l’anno, non soltanto lo splendido giardino, ma l’immenso e grandioso complesso, con i chiostri, gli altari e gli alloggi dei monaci.